INVOCAZIONE A SPARTA

Meergruß

Thalatta! Thalatta!
Sei mir gegrüßt, du ewiges Meer!
Sei mir gegrüßt zehntausendmal,
Aus jauchzendem Herzen,
Wie einst dich begrüßten
Zehntausend Griechenherzen,
Unglückbekämpfende, heimatverlangende,
Weltberühmte Griechenherzen.

[…] » Heinrich Heine

Ελευθερία ή Θάνατος!

Canta e incanta
la Terra con l’oro
trascende Natura
e Natura trascende
al cielo donando
il ventre dorato
crisalide
diafana d’ombra
e in Sole il Carro
mutando in luce
svanisce.

Sorride Selene, mano
d’argento si levano
d’acqua cori
le maree
danze ritmate
accolgono Crònos.

È il Tempo.
È tempo di guerra
anime di Sparta!

Incrocino ateniese
e lacedemone il dardo
letale falange di saggezza
e sangue sia
il pensiero, fluido
di vita e sapienza.

Canta e disincanta
la Terra col sangue
trascenda ignoranza
e disarmonia trascenda
al cielo donando
ultimo il canto
armonioso del Cigno.

AIMA

Dal libro “Haiku irregolari in forma di musica”
Agorà & CO. Edizioni, 2018

AIMAPROJECT – αἶμα
Photography and Research
www.aimaproject.ch

Luisa Papa, in arte “AimA”, è nata a Varese (Italia) nel 1977. Fotografa professionista, dopo un percorso di studi classici si è laureata in Analisi del Film (discutendo la tesi sulla fotografia nel cinema scandinavo, con focus su Sven Nykvist, direttore della fotografia di Ingmar Bergman) presso l’Università Alma Mater Studiorum di Bologna, Dipartimento di Arti Visive, Performative e Mediali dove tiene periodicamente seminari di Analisi della Fotografia nel Cinema presso la cattedra di Analisi del Film.

Nel 2009 pubblica un saggio sul libro Da Munk a Dreyer di Loretta Guerrini Verga e Angelo Papi, prefazione di Jean Semolue. (Vecchiarelli, 2009).

Nel 2012 partecipa in qualità di esperta sul tema relativo al rapporto tra “fotografia ed apprendimento” al Convegno Internazionale di Filmagogia (Film Pedagogy) in collaborazione con Alain Bergala (Sorbonne Nouvelle Paris III), con il Dipartimento di Arti Visive, Performative e Mediali di Bologna e la Facoltà di Pedagogia di Urbino.

Nel 2012 offre la propria collaborazione professionale nel contesto dell’evento “Nordic Film Fest (7-14 Aprile 2013, promosso dalle Ambasciate di Svezia, Danimarca e Finlandia a Roma) per uno studio sull’uso del codice fotografico nelle tre versioni di Ordet di Kaj Munk per il cinema e la televisione: Dreyer, Molander, Segerberg. Studi pubblicati sui seguenti volumi: 1 °The “Word” On the Big Screen: Ordet from Molander to Dreyer’s genius. Ed. Offscreeen. Montreal | 2 ° The Last ‘Word’ on Television. Ordet: From the Master’s to Television’s Adaptation.Ed. Offscreen, Montreal.

Nel 2015 pubblica il saggio Elementi dell’arte della fotografia nel film e il suo orizzonte virtuale per il libro Filmagogia, nuovi orizzonti dei saperi, di Loretta Guerrini Verga e Angelo Papi, UTET 2015.

Dal 1999 partecipa annualmente alla Rassegna di Poesia Internazionale “Altramarea” diretta da Angelo Tonelli e periodicamente ad Argonauti nel Golfo degli Dei.

Ha pubblicato nelle antologie: Poesia come cosa viva, Arcipelago Edizioni, Milano 2009 e Altramarea, poesia come cosa viva, Campanotto Editore, Pasian di Prato 2006, entrambe a cura di Angelo Tonelli. Molti testi sono stati pubblicati nell’ambito di progetti musicali quali Les Jumeaux Discordants, Daimatland con la violoncellista Annamaria Bernadette Cristian e altri progetti.Ha svolto performance a Barcellona. Atene, Parigi, Lipsia, Yverdon-Les-Bains, Milano,Verona, Lerici.