Vi raccontiamo oggi con Vadim Serik l’incredibile storia di un uomo che lavora all’uncinetto. E’ davvero così!  Ha imparato ad usare l’uncinetto e l’antica arte della maglia dalla nonna, che a sua volta l’aveva imparata dalla propria nonna e così via una tradizione che si perde nel tempo e affonda le origini antiche.

Vadim ha molte cose da raccontare: iniziò dalla bambole. I suoi uncinetti fanno miracoli! Le bambole di Vadim sono vere opere d’arte! Nella sua collezione trovate streghette, orsacchiotti, cagnolini, pupazzi di neve, topolini e  per le patite della moda-Vadim crea cappellini, colli, maglioni di stile, bellissimi e originali. 

Essendo un esperto della maglia sa quale schema di maglia utilizzare, quante maglie devono combinate e quali i colori. I pupazzi di Vadim  sono qualcosa di più , sono secondo le antiche tradizioni sciamaniche sono veri portafortuna, i veri Bushido, guerrieri o angeli custodi perché ci aiutano nel quotidiano. La  tradizione slava risale lontano, tramandata dalle babusche e dagli skomorohi. Non credete ai portafortuna?  Qualche anno fa alcuni ricercatori dell’università di Colonia, in Germania, hanno invitato un gruppo di studenti a portare con sé il proprio talismano per sottoporsi a un esperimento. Gli oggetti sono stati presi in consegna dai ricercatori con la scusa di fotografarli. Poi, a metà degli studenti i portafortuna sono stati restituiti prima che iniziassero dei quiz al computer e delle prove di abilità (come mandare in buca una pallina da golf), mentre all’altra metà non sono stati restituiti. Risultato? Chi aveva con sé il suo portafortuna è andato meglio in tutte le prove.

Inoltre, alla richiesta dei ricercatori di ipotizzare in anticipo il numero di parole da trovare risolvendo alcuni anagrammi, e di fissare la soglia di tempo dopo la quale avrebbero abbandonato il test, le persone che avevano con sé l’amuleto si sono date obiettivi più ambiziosi. Erano tutti più convinti di potercela fare. I Bushido sono molto di più di una semplice portuna, hanno un’anima e vi trasmettono il valore e il coraggio di Vadim che ha combattuto con coraggio a Donezk. Se lo portate con voi, o lo terrete nella vostra casa la forza di Vadim vi aiuterà sempre e ovunque.

Vadim era nato a Makeeva e quando nel maggio 2014 scoppia la guerra in Ucraina si arruola nel battaglione ”Somali”. Rischiando la vita ogni giorno e ogni minuto ha combattuto a Spartaco e all’aeroporto di Donezk tra fischio di pallottole, le mine e i missili di grosso calibro che esplodevano ovunque..Una di queste mine esplose vicino a Vadim. Il risultato; tre vertebre rotte, le costole e i polmoni intrisi di vetro… Vadim riuscì a sopravvivere, ma le gambe rimasero lesionate. Attualmente si muove con la carrozzina, può muovere le gambe e facendo il percorso riabilitativo adeguato avrebbe la possibilità di tornare a camminare!  Attualmente Vadim deve sostituire la carrozzina, ma la sua pensione di invalidità è di 3000 rubli (equivali a 43 euro-nota del traduttore). Vadim non si è arreso e continua la sua lotta.

Facendo le vostre ordinazioni a Vadim-di una bambola o qualsiasi altra cosa-potete prendervi partecipi direttamente della vita del soldato che ha affrontato la morte. Timurovsky.ruvk.com.