Sono rientrati giovedì sera i membri della delegazione russa in visita per il perfezionamento del gemellaggio tra la città di Novopokrovskaya (Territorio di Krasnodar, Russia) e il Comune di Camagna Monferrato (Provincia di Alessandria, Italia), che ha visto la firma del Giuramento del Gemellaggio sabato 14 dicembre e che fa seguito alla firma del Patto del Gemellaggio, tenutosi nella località russa lo scorso 20 settembre, alla presenza degli amministratori camagnesi Claudio Scagliotti e Luca Beccaria.

La delegazione russa è stata composta dal Sindaco e dal Vicesindaco della località russa, rispettivamente Aleksandr Svitenko e Artem Bogdanov, cui si sono aggiunte la Presidentessa del Festival Internazionale “La Lira della Steppa”, con sede proprio a Novopokrovskaya, e del Festival Internazionale d’Arte “Lanterna di Genova”, Irina Kovaleva, e Daria Belokrilova, poetessa e traduttrice, nonché interprete ufficiale per l’occasione.

La genesi del gemellaggio è stata molto rapida: il Comune di Camagna Monferrato era alla ricerca di realtà internazionali in grado di apprezzare pienamente il potenziale offerto dal riconoscimento a sito UNESCO dei propri infernot, le peculiari strutture ipogee destinate anticamente alla conservazione del vino grazie alla loro temperatura e umidità, costanti nel corso dell’anno. Queste realtà internazionali sono arrivate grazie a un’iniziativa culturale svoltasi in Alessandria, con protagoniste le fotografie di Sergey Militsky, organizzata dall’Associazione RyAlGe ETS, tramite l’opera e la mediazione di Fabio Camillo.

Prima della firma del gemellaggio, il Comune di Camagna Monferrato ha nominato, quali ambasciatori della propria comunità, proprio le personalità che hanno supportato i contatti e collegamenti necessari: Irina Kovaleva, Daria Belokrilova e Fabio Camillo.

Dopo la cerimonia della firma e il taglio di una “torta nuziale” con i simboli delle due località, ci si è recati presso la chiesa parrocchiale per il concerto natalizio del San Bartolomeo Gospel Choir.

Domenica, il programma ha poi visto una mostra di icone degli autori Inna Kolesnik e Renzo Rolando, che ha fatto da cornice all’incontro, tra la delegazione russa e Padre Gheorghe Petrov, sacerdote del Patriarcato di Mosca e tutte le Russie che officia nella città di Alessandria. A seguire, la Sezione dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia (ANPI) di Camagna Monferrato ha tenuto un approfondimento sui partigiani sovietici caduti in Piemonte durante la Resistenza (1943/45), in cui è stata presentata la peculiare figura del partigiano torinese Nicola Grosa, e che visto la relazione della presidente onoraria dell’Associazione culturale Russkij Mir di Torino, Anna Roberti. Gli intenti dell’Amministrazione camagnese sono di proseguire con gli scambi in modo che essi possano portare a interazioni economiche e culturali reciproche, facendo leva sulla vocazione agricola di entrambi i territori.

A suggellare lo scambio da un punto di vista economico, si sono svolte visite presso le attività locali: la delegazione ha potuto vedere da vicino le realtà produttive delle aziende agricole di Giovanni Cantatore, Francesca Grassi e Paolo Rota, Michele Burzotta, Roberta Sisto, la panetteria di Daniela Zavattaro e Massimiliano Reale, il bar del paese di Matteo Zanon.

Sul fronte culturale, oltre alla storia della Chiesa di S. Eusebio e delle opere ivi contenute, le produzioni artigianali in ferro dell’ex sindaco Nello Scagliotti e quelle in legno di Nicola Garramone hanno stupito ed entusiasmato la delegazione russa.

Non sono poi state tralasciate le opportunità per i giovani: proprio pensando a loro si è avuto l’incontro con il Maestro dello Sport Carlo Devoti, che ha salutato con piacere il momento della firma del gemellaggio.

Questi, da oltre trent’anni, organizza il Festival Internazionale dei Giovani, con sede a Berceto (PR) partecipato ogni anno da oltre duemila giovani artisti e sportivi provenienti da ogni parte del mondo; proprio grazie a questa kermesse, l’Amministrazione monferrina conta di far arrivare una classe della scuola d’arte della località russa a Camagna nel 2020.

In tal modo il gemellaggio porrà al centro i giovani, che sono i veri ambasciatori di ogni popolo!