Ogni anno, soprattutto in paesi a maggioranza islamica, milioni di Cristiani vengono perseguitati e abbandonati per il solo fatto che credono nel nostro stesso dio.

Ad Aleppo, città martire della guerra civile siriana, la piccola comunità cristiana sopravvissuta alle bombe e alle battaglie è ridotta allo stremo e con grande dignità cerca di sopravvivere senza rinunciare alla propria identità. Il che spesso vuol dire sopravvivere con le proprie sole forze, perchè da nessuna parte arriverà mai un aiuto.

Donne e bambini hanno bisogno di tutto. Anche delle cose più semplici ed elementari. I nostri reportage realizzati dagli inviati de Gli Occhi della Guerra lo hanno documentato nell’arco di questi ultimi mesi. Ma Il Giornale oggi, vigilia di Natale, è qui a chiedervi di andare oltre e di aiutare concretamente questi fratelli di fede con una piccola donazione che nulla toglie alla nostra serenità, ma risulterebbe preziosa, molto preziosa, per chi la riceve.

Non dimentichiamoci, lo dico da laico, che i Cristiani del mondo sono l’avamposto dell’Occidente e della sua civiltà. Un germe di libertà e speranza in mondi spesso violenti e intolleranti.

Su questo sito troverete le istruzioni per partecipare a questa sottoscrizione natalizia. E vi invito a farlo perchè è davvero una cosa utile e meritevole. Auguri a tutti voi. E auguri anche e soprattutto agli amici Cristiani di Aleppo. 

RussiaPrivet ringrazia la Direzione de “Il Giornale” che ci ha concesso di riprendere questa notizia.

Regala un Natale di speranza ai Cristiani perseguitati di Siria. 


Dona online “http://acs-italia.org/dona-ora”

o tramite bonifico Iban: IT67L0335901600100000077352 Banca Prossima

Causale: ilgiornale per i cristiani