Questa sera nel ristorante Frasca – The Middle House di Shanghai ci sarà un menù bergamasco. Lo chef cisanese Marino D’Antonio proporrà infatti un menù ispirato a Bergamo. Andrà dunque in scena “A Gourmet Journey to Bergamo”. Ogni anno l’Accademia Italiana della Cucina propone cene a tema. Alcuni membri hanno proposto Bergamo quale “viaggio goloso” per deliziare i palati raffinati oltreconfine.

Cena con menù bergamasco a Shanghai. Questa sera nel lussuoso ristorante Frasca – The Middle House di Shanghai ci sarà un menù bergamasco. Ogni anno l’Accademia Italiana della Cucina – fondata il 29 luglio 1953 da Orio Vergani – propone cene a tema. Lo chef cisanese Marino D’Antonio – reduce della Milano Food Week di maggio – proporrà infatti un menù ispirato a Bergamo per “A Gourmet Journey to Bergamo”. Per aperitivo un Ca’ del Bosco Franciacorta Cuvée Prestige Docg N/V accompagnato da scaglie di Grana Padano, crostini di pane con formaggio caprino e pane e salame.

Una cena con i rinomati vini bresciani. Ad accompagnare i piatti ci sarà una raffinata selezione di vini selezionati.

Si inizia con del baccalà marinato e fritto in pastella accompagnato da un Ca’ Maiol Lugana Doc 2017.

I casoncelli alla bergamasca faranno la loro comparsa a tavola insieme ad un Ca’ del Bosco Curtefranca Bianco Doc 2017 Corte del Lupo. A seguire un assaggio di risotto al Branzi e Valcalepio con stracotto di capriolo servito con un Ca’ Maiol Benaco Bresciano Igt 2017 Giomè. Polenta e coniglio rimane il piatto per eccellenza della tradizione bergamasca e sarà innaffiato con del Ca’ del Bosco Curtefranca Rosso Doc 2016 Corte del Lupo. Come dessert non poteva mancare il gelato alla stracciatella, nato a Bergamo nel 1961 presso la gelateria “La Marianna” ad opera del toscano Enrico Panattoni.