Dax – Aggiornamento a breve termine

Procediamo ad aggiornare il Dax dopo la previsione fatta nell’ultimo post. L’indice dovrebbe chiudere il mensile, ma che fatica. Tra finti rialzi e lateralizzazioni si è trascinato la chiusura del mensile sull’ultimo ciclo a 4 giorni partito oggi 7 febbraio 2019.  Vediamo la situazione grafica di seguito:

Dax - Ciclo Mensile

Dax – Ciclo Mensile

Il ciclo mensile è rappresentato dalla curva rosa ed è diviso nei due cicli a 16 giorni (curve nere). Dal punto di vista temporale siamo prossimi alla fine, e se la proiezione è rispettata dovremmo avere una chiusura intorno a 11.000.  Dopo questo target dovrebbe ripartire un nuovo mensile (ovviamente partenza sempre al rialzo). Andiamo ad osservare i cicli inferiori (oltre al 16 giorni anche l’8 e il 4 giorni).

Dax - Cicli 16-8-4 giorni

Dax – Cicli 16-8-4 giorni

Il grafico ci mostra come in queste ore si sia chiuso un ciclo a 4 giorni per cui ci si aspetta una ripartenza dello stesso. Passando ad analizzare l’andamento dei volumi abbiamo una conferma di una fase ribassista in arrivo (ma durerà poco).

DAX- Volumi

DAX- Volumi

I volumi, in verde, sono ottenuti da un elaborazione matematica calcolata sul ciclo a 16 giorni. Senza entrare nei dettagli, unendo la lettura dei prezzi ai volumi otteniamo un indicazione al ribasso. A conferma quindi di un eventuale chiusura del mensile, sul suo secondo ciclo. Anche l’indicatore ciclico avalla questa ipotesi.

DAX - Andamento ciclico

DAX – Andamento ciclico

L’indicatore ciclico rosa, ottenuto da un elaborazione prezzi e volumi, calcolato sui 16 giorni ci segnala la chiusura. Ad ogni modo prestare molta attenzione anche perché un eventuale ribasso sarà comunque breve.  Buon trading.

AVVISO!

Le Informazioni, in quanto frutto di stime e giudizi espressi al momento in cui vengono analizzate, possono essere soggette a cambiamenti e modifiche senza preavviso.
Qualsiasi decisione d’investimento presa sulla base delle presenti Informazioni è di esclusiva responsabilità dell’utente del sito.
Tali Informazioni non sono pertanto da intendersi in nessun modo come una sollecitazione al pubblico risparmio o all’investimento.