Pubblichiamo questa intervista ad Emilio Arfara, un musicista greco che da molti anni vive nella Val Ceno, un artista davvero geniale che ha trovato a Varsi una seconda Patria. Invitiamo i lettori ad ascoltare questa interpretazione che ricorda la Grecia e un mondo che vive oggni un momento drammatico. EMILIO ARFARÀ – chitarra Nato a Pireo (Grecia), ha cominciato lo studio della chitarra classica con il M° Karali e studiato gli elementi di composizione con il M° Klava ad Atene. Nel 1977 si è trasferito in Italia, si è diplomato a Verona in chitarra con il M° Gorio e composizione con l’ eminente C. Togni. Musicalmente si è formato con i maestri del novecento, soprattutto con A. Segovia, S Navascuez, N. Yepes, i quali hanno inciso sulle scelte del repertorio e nella sonorità della chitarra. Non mancano le influenze di Pepe Romero perfino nella registrazione del CD in duo con Marco Rivara. Ha collaborato dal 1985 fino al 1989 con la RAI come consulente musicale per film di archeologia e turismo e viene premiato al Concorso Internazionale di Verona nel 1985 e a Parigi nel 1987.Ha trascritto musica per due chitarre, chitarra sola, chitarra e quartetto d’ archi.

Ha composto musiche per programmi informatici con premiazioni nel Concorso di Varese del 1986. Ha suonato con le formazioni di musica da camera flauto-violino-chitarra in tutta Italia e Svizzera italiana nei festival di musica cameristica a Mendrisio e Bellinzona, e dal 1998 collabora con un quartetto d’ archi austriaco tenendo concerti a Monaco presso l’ Università. Con lo stesso quartetto ha partecipato al Festival di musica cameristica a Schärding, Salisburgo, Graz e Hallstat, inoltre ha avuto una vasta collaborazione con l’ orchestra del duomo di Klagenfurt tenendo numerosi concerti presso il Duomo e varie località della Carinzia. Come solista ha suonato a MariaWörth in Carinzia ricevendo nel 2005 un premio dal Governatore della Carinzia per l’ intensa attività e diffusione culturale in Austria.Nel novembre del 2007 ha suonato come solista a Roma, presso la prestigiosa sede dell’ ambasciata bulgara, davanti alle autorità consolari greche, bulgare ed esponenti del Governo Italiano. Ha in attività concerti in Italia, Grecia, Svizzera, Austria e Germania.