Bere o Annegare

Tra la terra dei sommersi e quella dei salvati

È crollato ovunque l’ultimo ponte

Si desume facilmente

Da innumerabili note d’agenzia

E se il disagio che ne è conseguito

In tempo reale

Già sembra non esser mai esistito

Tanto si è fatto quotidiano e quasi

Civile riflesso condizionato

Nondimeno verrà il giorno in cui

Senza specchiarsi come Narcisi sazi

Né attendere un’unzione

Cammineremo sulle acque

Bevendo il vino della fratellanza

E spezzando il pane della giustizia.

Giancarlo Micheli

Viareggio, 10 febbraio 2017 dalla raccolta inedita verses versus Capital

Da Altramarea, la lunga notte della poesia. Giancarlo Micheli, nato il 3 febbraio 1967, è autore di cinque romanzi: Elegia provinciale (Baroni, Viareggio 2007; Fratini, Firenze 2013), Indie occidentali (Campanotto, Udine 2008; premio internazionale “Nuove Lettere”, XXII edizione), La grazia sufficiente (Campanotto, 2010), Il fine del mondo (Ladolfi, Novara 2016), Romanzo per la mano sinistra (Manni, Lecce 2017). Sono state pubblicate, inoltre, le sue raccolte di versi Canto senza preghiera (Baroni, 2004), Nell’ombra della terra (Gabrieli, Roma 2008) e La quarta glaciazione (Campanotto, 2012; finalista del premio nazionale Alpi Apuane, XXXI edizione). Suoi versi figurano nelle antologie L’ora d’aria dei cani (Baroni, 2003), Altramarea – poesia come cosa viva (Campanotto, 2006), Atti di Altramarea e Argonauti nel Golfo degli Dei (Arcipelago, Milano 2010), L’evoluzione delle forme poetiche (Kairós, Napoli 2013), Keffiyeh Intelligenze per la pace (CFR, Sondrio 2014) ed altre, nonché sulle riviste letterarie Poesia, Pagine, NLE, The Waters of Hermes, Isla negra, Il Convivio, Levure littéraire, La Urraka. Suoi articoli e saggi sono comparsi sulle riviste Il Ponte, Rivista di Studi Italiani, Zeta, La Mosca di Milano, Cultura e Prospettive, Erba d’Arno e nei volumi Percy B. Shelley – il cuore e l’ombra viva (Pezzini, Viareggio 2007), Il Mito nel Novecento letterario (Limina Mentis, Monza 2012), Memoires (Limina Mentis, 2014), La Memoria (Ladolfi, 2016), Envoi Gramsci (Campanotto, 2016).