Dopo il successo di Pinocchio, Il gatto con gli stivali, Il Piccolo Principe e La spada nella roccia, il Teatro Regio di Parma presenta in prima assoluta una nuova produzione d’opera per l’infanzia nell’ambito di RegioYoung: Alice, ispirata al romanzo di Lewis Carrol, con la musica composta da Matteo Franceschini su libretto di Edouard Signolet e la regia di Caroline Leboutte, in scena mercoledì 4 e giovedì 5 dicembre alle ore 10.00, venerdì 6 dicembre alle ore 10.00 e 14.30 per le scuole e sabato 7 dicembre 2019 alle ore 15.00 e 18.30 per le famiglie.

La nuova versione per ensemble, commissionata dal Teatro Regio di Parma, debutta nel nuovo allestimento con le scene e i costumi di Aurélie Borremans e le luci di Nicolas Olivier ed è realizzata in coproduzione con Fondazione Orchestra Haydn di Bolzano e Trento. L’opera racconta a grandi e piccoli, a partire da 8 anni, le avventure di Alice, una bambina audace, in cerca di risposte, che insegna a non arrendersi davanti alle difficoltà dei grandi e a non sottovalutare la forza e le infinite potenzialità dei bambini. Sul podio dell’Orchestra del Liceo Bertolucci, Stefano Franceschini dirige un cast di giovani cantanti composto da Giulia Bolcato (Alice), Laura Catrani (La sorella maggiore, Il bruco, Il cappellaio matto, Lacché 1, Fenicottero 1, Narratore 1), Cecilia Bernini (La falsa tartaruga, La cuoca, La lepre di marzo, La regina, Narratore 3), Francesco Auriemma (La Duchessa, il Gatto, il Re, Fenicottero 3, Narratore 4), Valentino Buzza (Il coniglio, Il maiale, Il ghiro, Lacchè 2,Fenicottero 2, Narratore 2).

“Siamo più a nostro agio nella fantasia o nella realtà? Questa è la questione che mi sono posto alla base della scrittura di Alice – spiega il compositore Matteo Franceschini. Alice nel Paese delle Meraviglie lo conosciamo tutti, è un romanzo meraviglioso dove la fantasia è straripante. Ecco, la stessa ricchezza, la stessa ricerca di fantasia e di stravaganza, l’ho ricercata anche nella partitura, cercando di sottolineare tutti i personaggi e soprattutto dando a me stesso la libertà di viaggiare nei mondi musicali diversi che ho trovato anche nel libro. Spero che i bambini possano condividere con noi questo viaggio senza limiti e senza freni”.

“Il personaggio di Alice continua ad affascinare piccoli e grandi – racconta la regista Caroline Leboutte. È un’eroina femminile – cosa rara nella letteratura per l’infanzia – e un personaggio moderno ed emancipato. In un mondo diventato pazzo, è l’unica a conservare il buon senso: davanti ad adulti incoerenti, autoritari, ridicoli, rimane retta, audace, coraggiosa, agguerrita, riflessiva, non si lascia abbattere, supera le sue paure e aggira gli ostacoli. La nostra Alice si trova sulla scena in uno spazio senza porte né finestre. è come in un libro senza immagini e, tra le linee, le immagini sono da inventare. Così immagina finestre, botole, porte… e il mondo a poco a poco si frantuma, si sgretola e cade a pezzi. La sua visione del mondo si avvicina a quella che possono avere i giovani del nostro tempo, in una società che deve fare i conti con il terrorismo, i cambiamenti climatici, le migrazioni…, un mondo difficile! Alice ci interroga, allora, sul posto del bambino nella nostra società: i bambini sono condizionati per piacere agli adulti? Sono destinati a ripetere a memoria le loro lezioni per assomigliare agli adulti che diamo loro come modello? E se scommettessimo che le risposte di domani verranno da loro?”.

I biglietti per gli spettacoli (ridotto fino a 15 anni € 8,00; intero € 12,00) sono in vendita presso la biglietteria del Teatro Regio di Parma e online su teatroregioparma.it. Per informazioni e prenotazioni Tel. 0521.203999 – biglietteria@teatroregioparma.it.

In occasione di Alice, il progetto educational “Alice on stage” ha raccontato le fasi di realizzazione di uno spettacolo musicale agli studenti di alcune classi delle scuole secondarie di II grado che vedranno l’opera e che completeranno questo percorso di scoperta visitando il Teatro Regio, assistendo a una prova di regia e incontrando Stefano Franceschini, che introdurrà loro i temi musicali dell’opera e racconterà ai ragazzi la sua esperienza di direttore d’orchestra.

REGIOINSIEME. Lo spettacolo di sabato 7 dicembre alle ore 18.30, nell’ambito di RegioInsieme, il progetto del Teatro Regio riservato agli spettatori sensibili, accoglierà   alcuni bambini ciechi e ipovedenti, nel percorso  ideato da Elena Di Giovanni e realizzato in collaborazione con UICI – Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti Sezione di Parma – che consentirà loro di scoprire il Regio e vivere l’opera da protagonisti. Prima dello spettacolo, i bambini prenderanno parte al laboratorio didattico curato da Elena di Giovanni e Chiara Pazzelli, raggiungeranno con i loro accompagnatori il palcoscenico dove sperimenteranno lo spazio dell’azione dei cantanti, gli elementi scenici e i costumi, che ciascuno potrà toccare e sentire, anche grazie al racconto di uno degli artisti del cast e di Pier Paolo Zoni, direttore di scena di Alice. Dopo la visita guidata del Teatro, con l’ausilio di tavole tattili appositamente commissionate dal Regio al Museo tattile statale Omero di Ancona, ciechi e ipovedenti conosceranno il Foyer Toscanini e saranno accompagnati nel Palco Reale dove potranno vedere l’opera grazie alle audio descrizioni, scritte da Chiara Pazzelli in collaborazione con l’UICI, che ciascuno di loro potrà ascoltare in diretta. Al percorso prenderà parte il campione paraolimpico Daniele Cassioli che da subito ha accolto l’invito del Teatro Regio a sperimentare con i piccoli spettatori questo nuovo modo di vivere lo spettacolo.

Il prossimo appuntamento di RegioYoung è con Opera Meno 9 viaggio musicale per le famiglie in attesa, un percorso laboratoriale, curato da musicisti e operatori specializzati in musicalità per la primissima infanzia, che si sviluppa in tre appuntamenti al Teatro Regio di Parma, lunedì 16 dicembre 2019, lunedì 20 gennaio 2020 e martedì 17 marzo 2020, alle ore 17.00, per condurre le famiglie alla scoperta dei benefici dell’ascolto della musica e del canto durante la gravidanza.

RegioYoung è realizzato con il sostengo di Paladini Otello Supermercati. La Stagione 2019-2020 del Teatro Regio di Parma è realizzata grazie al contributo di Comune di Parma, Parma 2020 Capitale Italiana della Cultura, Ministero dei beni e delle attività culturali, Regione Emilia-Romagna. Major partner Fondazione Cariparma, Main partners Chiesi, Crédit Agricole Cariparma. Main sponsor Iren, Barilla, Cedacri group, Parmacotto. Sponsor Grasselli, HLB Analisi. Radio Ufficiale Radio Monte Carlo. Advisor AGFM. Il Teatro Regio di Parma è sostenuto anche da Camera di Commercio di Parma, Fondazione Monteparma, Ascom, Fondazione Ascom. Con il supporto di “Parma, io ci sto!”. ParmaDanza è realizzata con il sostegno di CePIM e in collaborazione con ATER Associazione Teatrale dell’Emilia-Romagna e Arci Caos. La Stagione Concertistica è realizzata da Società dei Concerti di Parma, in collaborazione con Casa della musica. Il Concorso Internazionale Voci Verdiane “Città di Busseto” è realizzato in collaborazione con Comune di Busseto. Sponsor tecnici, Grafiche Step, MacroCoop, De Simoni, Cavalca, Azzali editori.

Teatro Regio di Parma. Mercoledì 4 dicembre 2019, ore 10.00 per le scuole. Giovedì 5 dicembre 2019, ore 10.00 per le scuole. Venerdì 6 dicembre 2019, ore 10.00 e ore 14.30 per le scuole. Sabato 7 dicembre 2029, ore 15.00 e ore 18.30 per le famiglie. Durata complessiva 1 ora circa, senza intervallo

ALICE. Opera su libretto di Edouard Signolet da Le avventure di Alice nel paese delle meraviglie di Lewis Carrol da 8 anni. Musica MATTEO FRANCESCHINI. Edizioni Ricordi, Milano. Personaggi  Alice. Interpreti GIULIA BOLCATO.