Positivo il rendiconto annuale di Villa Bertelli. Bene il bilancio del cartellone estivo, seppur con difficoltà nelle presenze per comici e cabarettisti. Grande riscontro nella programmazione annuale, unica sul territorio. A breve, pronto il cartellone autunno-inverno, con musica, arte, letteratura e storia come protagonisti.

Villa Bertelli guarda con ottimismo al futuro, che la vede protagonista del panorama culturale e artistico del territorio 365 giorni all’anno. Il bilancio del 2019, dunque, incoraggia il Comitato che gestisce la struttura a portare avanti il cambiamento, avviato lo scorso anno insieme all’amministrazione comunale, volto a rendere fruibile e viva la Villa tutto l’anno, unica realtà in Versilia. Tanti, tantissimi gli eventi proposti in questo 2019, sia per un pubblico adulto, che per i bambini. Al cartellone estivo, che ha presentato assolute novità, come l’opera lirica L’elisir d’amore di Donizetti e La storia dell’Impressionismo, con lo storico dell’arte Marco Goldin, si è affiancato quello più piccolo de “L’altra Villa”, dove è stato portato avanti il programma offerto in inverno, con concerti di musica classica, presentazione di libri e soprattutto i due eventi collaterali alla mostra inedita, attualmente esposta nella Villa, Burri Morandi e altri amici. La passione per l’arte di Leone Piccioni. Un evento quest’ultimo, che ha spinto Trenitalia a diventare official carrier e Teche Rai, partner ufficiale, con un ragguardevole riscontro sulla stampa, comprese riviste come Panorama (con articolo di Vittorio Sgarbi) e Arte In.

Riguardo alle esibizioni dei grandi artisti della musica pop italiana, come Roberto Vecchioni, Malika Ayane, Neri Marcorè e un’intramontabile Ornella Vanoni, la risposta del pubblico è stata positiva. Da rivedere, invece, la presenza di comici e cabarettisti, che hanno registrato un calo di presenze e ottenuto risultati ben inferiori a quanto previsto. Enorme, il successo del concerto della Banda dell’Arma dei Carabinieri, presentato a luglio, con la straordinaria partecipazione di Andra Bocelli, con quasi 2000 presenze, che per giorni ha tenuto banco sui media e sulle pagine social della Villa, con migliaia di visualizzazioni. Un dato per tutti: il video dell’Inno di Mameli, cantato da Bocelli ha raggiunto più di 1 milione di persone, con oltre 55.000 interazioni e quasi 7.000 condivisioni. Un boom, che ha fatto pendant con il concerto all’alba di Ferragosto, (organizzato dal Comune con la collaborazione di Villa Bertelli) e ormai imperdibile appuntamento, con più di 1.500 presenze e anche in questo caso una massiccia divulgazione social.