Sotto la presidenza di Vladimir Putin, i capi di Stato e di governo degli Stati membri del BRICS si sono incontrati in videoconferenza.

Il presidente brasiliano Jair Bolsonaro, il presidente russo Vladimir Putin, il primo ministro indiano Narendra Modi, il presidente cinese Xi Jinping e il presidente sudafricano Cyril Ramafoza si sono scambiati opinioni sullo stato e le prospettive di una cooperazione a cinque facce, hanno riassunto i risultati della presidenza russa in BRICS di quest’anno, hanno considerato questioni di attualità nell’agenda internazionale, hanno riconciliato le posizioni in relazione al prossimo vertice del G20 del 21-22 novembre.

Durante l’incontro, i leader del BRICS hanno ascoltato i relatori incaricati delle attività dell’associazione. Il segretario del Consiglio di sicurezza della Federazione Russa Nikolay Patrushev ha informato dell’interazione sui temi della lotta alla pandemia del coronavirus, della lotta al terrorismo e della criminalità informatica. Markus Troikho, Presidente della Nuova Banca di Sviluppo, ha presentato i dati sui risultati dell’organizzazione finanziaria e i piani per il prossimo anno. Sergey Katyrin, Presidente della Camera di Commercio e dell’Industria russa, ha parlato delle attività del Business Council, e Igor Shuvalov, Presidente di “VEB.RF”, del meccanismo di cooperazione interbancaria BRICS. Anna Nesterova, Presidente del Consiglio di Amministrazione di Global Rus Trade, ha parlato della creazione della BRICS Women’s Business Alliance.

Le consultazioni hanno portato all’adozione della Dichiarazione di Mosca, che riflette gli approcci consolidati dei cinque paesi per l’ulteriore sviluppo dell’alleanza, nonché la Strategia di partenariato economico BRICS per il periodo fino al 2025 e la Strategia antiterrorismo BRICS. Autore: kremlin.ru. Per saperne di più clicca qui.